FILOTTETE DIMENTICATO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

da Sofocle

drammaturgia di Fabrizio Sinisi

con Daniele Nuccetelli

consulenza clinica Laura Bonanni

progetto e regia di Gianpiero Borgia

In coproduzione con il Festival delle Colline Torinesi e il CTB Centro Teatrale Bresciano

Distribuzione a cura di Associazione Culturale Lucciola: Paolo Gorietti e Marianna Pezzini- asso.lucciola@tiscali.it 00393286115308

L’orizzonte di ricerca di Filottete dimenticato, dal testo di Sofocle,  è il tema dell’abbandono familiare che segue il manifestarsi di una malattia incurabile. Nello specifico, TB si sta concentrando sulla demenza e su questo tema si è organizzato il lavoro sul campo insieme a Daniele Nuccetelli.

Per Filottete dimenticato non ci sono poltrone comode in una sala buia dalle quali guardare da lontano un Mito che non è più in grado di parlarci e di farsi vedere. Il pubblico sarà accompagnato in un appartamento non distante dal teatro ad incontrare Filottete/Daniele: una abitazione degradata, dove vive isolato tra Chronos e Aion, abbandonato dai suoi, espulso dai civili.

Nessun teatro, nessun luogo pubblico è in grado di contenere l’allucinazione che si fa carne e  chiede di essere vissuta e non solo vista, che interpella, che imbarazza.

O stranieri, chi siete voi che/a questa terra desolata siete approdati?/Qual è la vostra patria,/ditemi, a quale stirpe appartenete.”

Nell’appartamento gli spettatori partecipano alla vita di Filottete, sono coinvolti ancora una volta attraverso un percorso esperienziale nel rituale di vivificazione del mito messo in campo da TB con il progetto del Trasporto dei Miti.

I primi ad accogliere il progetto  sono stati gli operatori del “Centro Diurno Integrato per il supporto cognitivo e comportamentale” di Villa Nappi, a Trani, che rivolge la sua attività alle persone affette da qualunque tipo di demenza e ai loro familiari.

In seguito la collaborazione si è estesa al dipartimento di Neurologia dell’Università di Chieti, e grazie all’aiuto della dottoressa Laura Bonanni,  TB sta approfondendo lo studio sulla “Demenza da corpi di Lewy” (DLB),  una malattia neurodegenerativa, una forma di demenza simile alla malattia di Alzheimer, ma ad esordio più precoce, e correlata spesso a quella di Parkinson ed a sindromi parkinsoniane.

LO SPETTACOLO – SCHEDA ARTISTICA